Vastedda cu Sammucu: prodotto tradizionale Troinese

I produttori di vastedda cu sammucu

La "vastedda cu sammucu", detta anche "vastedda 'nfigghiulata", è una focaccia tipica prodotta esclusivamente a Troina.
La voce "vastedda" assume il significato di focaccia o scacciata, prendendo origine dal francese antico "gastel", con riscontri anche nel normanno "guastel" e "wastel".
Può essere assaporata e gustata tra maggio e giugno, in occasione della fioritura del sambuco (Sambucus nigra), pianta arbustiva delle caprifoliacee che cresce spontanea o coltivata; i fiori bianchi e molto profumati sono elemento indispensabile per la buona riuscita di questo piatto.
Attraverso una sagra gastronomica, ideata ed organizzata dalla Pro Loco Troina, la cui prima edizione risale al 1987, oggi la "vastedda" ha raggiunto la piena valorizzazione avviandosi alla fase di tipicizzazione.

Vastedda cu Sammucu
Vastedda cu sammucu La "Vastedda cu sammucu" insieme ai "Nfasciatieddi" sono inseriti nell'elenco nazionale dei prodotti tradizionali D.M. 350 dell'8 Settembre 1999.
Entrambe vengono realizzate dalle abili mani delle massaie secondo la tradizionale ricetta tramandata da madre a figlia, sono anche piatti devozionali della religiosità popolare, inserendosi, altresì, nel contesto del cosidetto "Festino di San Silvestro", insieme di manifestazioni, a carattere folkloristico-religioso in onore del patrono, che si tengono ogni anno tra la penultima domenica di maggio e la prima domenica di giugno.

Gli ingredienti sono:

per l'impasto:
farina di grano duro(semola), lievito, acqua, sale, strutto(saimi), latte, uova, fiori di sambuco;

per la farcitura:
tuma fresca tagliata a fette, salame(fellata) affettato e posto a strati e, facoltativamente, dadini di pancetta(vintrisca) soffritta. Il tutto viene cosparso abbondantemente con fiori di sambuco;

L'impasto, eseguito in maniera energica, e un'attenta cottura nel forno(che conferisce la tipica doratura) rappresentano fattori fondamentali per la buona riuscita del prodotto.
La vastedda cu sammucu, esternamente a crosta croccante, è composta nel suo interno da due strati di pasta, separati da farcitura. A cottura avvenuta, lo spessore non supera i 5-7 centrimetri. La forma tradizionale è quella circolare, ma si può presentare anche rettangolare.